venerdì 8 marzo 2013

Consiglio Regionale : Feste pasticcini e viaggi tanto paga pantalone


di Antonella Inciso 

POTENZA - Trecento euro di pasticcini per festeggiare il proprio compleanno, centinaia di euro per festeggiare il compleanno della moglie e per celebrare cerimonie di famiglie, una settimana intera di pranzi all’estero. 

C’è questo e altro tra i risvolti dell’inchiesta sulle presunte irregolarità nella rendicontazione dei consiglieri regionali lucani condotta dalla Procura del capoluogo. Ci sono viaggi, pranzi, feste, spese di vario genere effettuate e pagate con i fondi pubblici. I dettagli degli episodi sono contenuti in una corposa informativa dei militari della Guardia di Finanza ora all’attenzione dei pubblici ministero Sergio Marotta ed Eliana Franco. Tremila pagine, divise in due faldoni, in cui i militari delle Fiamme Gialle hanno ricostruito episodi, spese e protagonisti. Sotto osservazione 47 consiglieri regionali di questa e della precedente legislatura e spese rendicontate negli anni che vanno dal 2009 ad oggi. Per nove consiglieri i controlli non hanno registrato anomalie e tra questi cinque sono l’ex presidente del Consiglio regionale e neo parlamentare, Vincenzo Folino (Pd), l’ex consigliera regionale Emilia Simonetti (Sel) e gli attuali consiglieri Alfonso Ernesto Navazio (gruppo misto), Giannino Romaniello (Sel) e Gianni Rosa (Gruppo misto). 

E se c’è attesa per capire chi sono gli altri 4 le cui rendicontazioni sono risultate in ordine, non poche «sorprese», invece, hanno riservato gli accertamenti sulle spese rendicontate. Di che sorpresi si tratti nessuno vuole dirlo. Investigatori e magistrati mantengono un riserbo strettissimo, anche perchè la vicenda appare particolarmente delicata ed i magistrati starebbero ancora studiando le carte.al di la della fattispecie del reato in cui gli inquirenti potrebbero concentrarsi ( truffa falsa fatturazione e peculato) del fitto muro di riserbo però emerge qualche indiscrezione. Come le varie fatture trovate con cui cerimonie di famiglia con decine di invitati sarebbero state pagate con fondi pubblici pagate con fondi pubblici legati all’articolo 11 (quello dell’assolvimento del mandato) E sempre soldi della regione ad esempio in un caso sarebbero stati spesi per pagare un compleanno della moglie di un consigliere. Ma non finisce qui, perché ancora in tema di festeggiamenti all’attenzione degli inquirenti sarebbe finita anche una fattura di 300 euro per l’acquisto di pasticcini per festeggiare il compleanno di un consigliere. Feste e cerimonie, dunque. Ma anche pranzi come quella che per una intera settimana sarebbero stati rendicontati da un consigliere durante un viaggio in un paese europeo. E sempre sul fronte dei costi nel capitolo “viaggi” vi sarebbe, poi, anche il pagamento delle spese di manutenzione dell’auto di proprietà e per l’acquisto delle gomme termiche.
Insomma tanti soldi e tante voci di spese. E soprattutto varie irregolarità, almeno secondo gli investigatori. Tra queste anche quelle legate agli scontrini “corretti” come nel caso di una fattura che al commerciante risultava di 30 euro e che invece in regione sarebbe stata rendicontata per 300 euro, oppure come quella fattura “rivista” aggiungendo un uno davanti alla somma
Tratto Dalla Gazzetta del Mezzogiorno 

Nessun commento:

Posta un commento