martedì 20 settembre 2016

i pataccari di Montescaglioso : Rocco non Leone ma Di Chio

   Siamo alla ennesima patacca , ma questa volta il protagonista non è il primo cittadino ,
campione di Patacche , ma il suo amico e conterraneo Rocco Di Chio , ingegnere e presidente della commissione Collaudo per il contratto di quartiere-.

La storia è quella della presenza di spazzatura nella zona di fronte al campo sportivo dove una volta sorgeva la discarica comunale e oggi ci hanno fatto delle opere senza nessuna Bonifica

A conferma di questa tesi , vi è una perizia Geologica del geologo Gallicchio Giuseppe , vi sono le varianti , FALSE ; approvate dal comune della ditta che ha realizzato l'opera e che ha Trovato Spazzatura , vi sono le testimonianze che noi negli anni abbiamo raccolto ed anche l'alsia in una sua cartografia   definisce quella zona , zona di ex discarica comunale.

Allora difronte a tanta documentazione , i Pataccari per  
prendere in giro la città e i cittadini si inventano con la collaborazione dell'ufficio tecnico del comune , l'ennesima beffa ai danni della verità , il carotaggio , ma invece di fare il carotaggio tradizionale e raccogliere il terreno senza che questo si rompa , 
fanno la raccolta del terreno , come ci ha testimoniato Salvatore Malvasi , con una trivella ad elica , con l'effetto che il terreno preso arriva frantumato e macinato , in condizioni impossibili per una seria verifica della presenza di  spazzatura.

Lo stesso Malvasi , esperto in materia per avere fatto tale attività in 40 anni di lavoro  , notava che la ditta appaltatrice della zona guidati dall'ing.re  Giorgio Pasquale di Montalbano , eseguivano tale raccolta lontano dalla zona da noi indicata con prelievio solo in due punti e non in 5 , 6 come di solito è consigliato




 E se il nuovo Pataccaro di Montescaglioso pensa di prenderci per il culo si è sbagliato e se ne accorgerà.

Ma è ci domandiamo ma il suo incarico è incompatibile o no , di questo ne parliamo alla prossima puntata , una cosa è certa che il suo compenso e triplicato , ma anche di questo ne parleremo , si ricordi l'ingegnere pataccaro che qui nessuno è fesso

lunedì 19 settembre 2016

La procura indaga , avviso di garanzia area camper , leone chieda scusa alla città

Ad oggi nulla è cambiato
Era evidente , lapalisiana la schifezza area Camper , l'opera piu inutile dell'amministrazione Leone ma anche l'emblema del fallimento di un modo di gestire gli appalti che meriterebbe un post a parte.

Noi sull'area Camper abbiamo in questi mesi evidenziato lo scandalo di un opera , rendicontata e finita , ma lasciata in uno  stato pietoso dove è evidente che la stessa è priva dei lavori necessari per renderla funzionale.

Che sugli appalti l'amministrazione leone ha consumato il peggio da far invidia a qualsiasi amministrazione precedente , siamo pronti a dimostrarlo anche in un pubblico incontro con l'assessore ai Lavori pubblici Bianco (Bianco 1 ) 

Potremmo cominciare dal parco della cicogna per finire alla collina del contratto di quartiere passando per la misura 165 delle strade per finire all'area camper.

Lo voglio ricordare tutti lavori ormai attenzionati dalla procura di matera i cui esiti sono da venire , ma oltre l'illecito vi è l'aspetto Politico evidente a tutti , lavori fatti in modo maldestro , con evidenti errori progettuali e il più delle volte costate il doppio

Altro che minacce e questione Morale , a questo sarà chiamato il sindaco vergogna a rispondere ai cittadini.

venerdì 16 settembre 2016

Leone come Pinocchio e peggio di Attila


Indubbiamente la megalomania in politica fa brutti scherzi e riserva anche cattive sorprese. Ma il senso di responsabilità e il rispetto per le Istituzioni da parte di coloro che pro tempore le rappresentano dovrebbe indurre alla prudenza. Penso invece che le bugie del sindaco Leone di questi anni hanno superato il limite della decenza. Mentire ai cittadini per giustificare interessi politici, non mi sembrano atteggiamenti corretti, e quando certe decisioni determinano un disastro urbanistico ed ambientale irreversibile con elevatissimi costi dei servizi a danno dei concittadini, è vergognoso. 

Veniamo ai fatti. Il sindaco Leone ha sempre negato la sua responsabilità sullo sperpero del suolo pubblico nella nostra città e, nell’addebitare ad altri la responsabilità ha affermato che: i quartieri dormitori in città sono figli del vecchio PRG licenziato dall’ex sindaco avv.Arbia. Questa accusa è falsa. Caro Sindaco, premesso che le bugie hanno le gambe corte, ti ricordo che nel 1997 con l’elezione del sindaco avv.Di Sanza, il dirigente dell’ufficio tecnico arch.Viceconte fu incaricato di predisporre una variante tecnica al PRG Restucci e di predisporre il PPA (Programma Pluriennale di Attuazione) del nuovo piano regolatore di Policoro. 

Nel dibattito politico che si sviluppò in consiglio comunale per l’approvazione di questo importantissimo strumento urbanistico, si confrontarono due posizioni: quella della maggioranza guidata da Di Sanza, che prevedeva la massima libertà degli interventi edilizi all’interno del piano e quella di coloro che denunciavano una scorretta gestione del PPA perché privo di priorità d’intervento.

Gli unici consiglieri che votarono contro l’approvazione dello strumento urbanistico furono la consigliera sig.ra Sergio ed il compianto Antonino Spinelli, i quali dichiararono “.......nello strumento urbanistico che vi accingete ad approvare non si è scelto come priorità d’intervento nessuna area, nonostante la L.R. n.28/78 ne riporta alcune........Inoltre il PPA e’ uno strumento di programmazione che indica tra le cose previste dal PRG la realizzazione progressiva ed ordinata dello sviluppo della città per evitare uno sviluppo a macchia di leopardo.....”. Purtroppo ciò che e’ avvenuto con l’approvazione del PPA è sotto gli occhi di tutti: uno sviluppo edilizio disarmonico su tutto il territorio, con molte aree prive di urbanizzazione primarie/secondarie, con servizi inefficienti, in sintesi i cittadini che abitano nelle aree di espansione non solo sono delusi ma avvertono profondamente il sentimento del cosiddetto “effetto periferia”.

 Caro Leone, le amministrazioni che si sono succedute dopo quella dell’avv.Di Sanza, cioè Lopatriello/Leone hanno continuato a saccheggiare il territorio, e tu in questi circa 16 anni, sei stato colui che hai amministrato più dei tuoi ex amici, pertanto sei quello che ha contribuito maggiormente al disastro urbanistico ed ambientale di Policoro. La conferma di questo dato negativo per il nostro comune è venuta dall’Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale) che ha proclamato Policoro il comune con una % di consumo di suolo maggiore in Basilicata proprio nel periodo della tua gestione (anni: 2012 a 2015). 

Se la tua volontà fosse stata quella di porre rimedio a questo eccessivo consumo di suolo, avevi tutti gli strumenti amministrativi per fermare il disastro urbanistico nel nostro comune. Caro Sindaco, hai voluto superare Attila, il quale immaginava di non far crescere più l’erba sui territori da lui conquistati, tu invece con le colate di cemento hai compromesso il nostro territorio per il futuro dei nipoti e forse anche dei pronipoti. 
 Benedetto Gallitelli

martedì 13 settembre 2016

l'ufficio teccnico del comune certifica che leone è un Bugiardo. Il centro dialisi ad oggi è inagibile





basta leggere questo documento per capire che ad oggi Leone ha raccontato una storia fatta di bugie e patacche , la cosa grave lo ripetiamo giocando sulla pelle dei malati e delle disgrazie per raccattare qualche voto.

L'ufficio tecnico DEL COMUNE DI POLICORO CON UNA NOTA DEL 6 SETTEMBRE dice che la domanda di agibilità presentata dal responsabile del centro dialisi è INAMMISSIBILE .

Chi sa fra un mese due mesi forse ma oggi il centro Diali non può operare ne poteva operare , fine della vergognosa  storia


lunedì 12 settembre 2016

Ultima patacca di Leone . Oggi primo giorno di scuola per tutti fuorchè per l'asilo di Via Monte Rosa.

Oggi primo giorno di scuola per tutti fuorchè per quella di via Monte Rosa , eppure più volte il sindaco di questa città aveva promesso alle mamme , che avrebbe risolto ed adeguato la scuola alle norme di sicurezza

i Lavori iniziati nei primi mesi del 2015 hanno avuto i soliti problemi atavici che si riscontrano con gli appalti messi in atto da Leone e la sua giunta , infatti sono stati subito bloccati in quando il primo progetto era inadeguato 

Quindi tempo perso per approvare un'altro progetto, L'affidamento dell'appalto è avvenuta con il criterio dell'offerta migliorativa , infatti la ditta che si è aggiudicata l'appalto aveva previsto la consegna dei lavori in 100 giorni e non nei 120 previsti dall'appalto , ottenendo cosi un punteggio migliore,

il 18 /02/2016 viene affidato l'appalto , ma dopo i fatidici 100 giorni consegnati i lavori , ma la scuola inagibile . come è stato possibile tutto questo ?

Oggi i bambini di quell'asilo andranno a scuola , ma in un edificio devo saranno collocati in aule del tutte inidonee per ospitare bambini della scuola dell'infanzia. Gli spazi sono ristretti e i servizi igienici non sono lontanamente idonei per bambini di età compresa tra i tre e i cinque anni 

Gli stessi insegnanti vivono questo disaggio , infatti per fare spazio alle aule hanno dovuto rinunciare alla sala professori collocata nei corridoi

Ringraziamo Leone per questo Regalo , l'ennesima patacca .........


Il sindaco pediatra volta le spalle ai bambini from jonicatv on Vimeo.

giovedì 8 settembre 2016

il Bidonazzo del pataccaro leone , il comune nega l'agibiltà al centro dialisi, Chi risarcirà la città e l'impresa ?

Ebbene si siamo arrivati all'epilogo per noi inaspettato , che svela in un solo colpo le Bugie del Pataccaro Leone sul centro Dialisi , il no all'agibilità dei locali arriva proprio dal comune e dall'ufficio tecnico , in poche parole viene negata l'autorizzazioneall' agibilità dei locali come avevamo inesorabilmente previsto noi.

Allo caro sindaco cosa fai adesso ?

Chiedi scusa prima di tutto ai terremotati visto che hai giocato sulla pelle delle disgrazie pensando di farti pubblicità a a basso prezzo da vero sciacallo

Secondo chiedi scusa alla città di Policoro , ai suoi abitati per l'ennesima figura che ci hai fatto fare , NOI CI VERGOGNIAMO DI TE.

terzo comunque chiedi scusa all'imprenditore che ha creduto nella tua credibilità ed ha invesrtito due milioni di euro per creare una struttura , da te pubblicizzata , che al dunque si è trovato negato la possibilità di andare avanti , fidandosi probabilmente delle tue assicurazioni.

Il danno che hai prodotto alla città e doppio e per alcuni aspetti Grave , che credibilità ha una città difronte agli investitori se il Sindaco dice una cosa e poi l'impresa se ne trova un'altra ?

ZERO , ecco il tuo prodotto lordo in questi quattro anni a Policoro , ha un numero ed è lo Zero e tante bugie

Vergognati...............

PS. adesso qualcuno muova il ...... e metta in condizione il centro di avere le condizioni per aprire , noi facciamo a viso aperto le nostre battaglie di legalità e di verità  , in questa circostanza avremmo voluto avere torto , ma putroppo chi ha ingannato tutti ha un nome e cognome ROCCO LEONE.

mercoledì 7 settembre 2016

Bidonazzo di Sergio Rubini , figuraccia di Rocchino o Floppino

Ti domandi se è sfiga e se li va a cercare , ma penso che se li vada a cercare , dopo la figuraccia del
concerto Ron rimandato all'ultimo secondo , un'altro flop per rocchino u floppino , la mancata partecipazione alla rassegna Vivi Heraclea del Regista Sergio Rubini , tanto gridata al vento da Cacao Meravigliao e il Sindaco.

Questo ennesima deblace è segno di una stagione cominciata male e finita peggio , nulla di nuovo all'orizzonte con gli operatori che si lamentano per un calo di quasi il 30% di turisti .


Questo mentre sulla fascia Jonica si sono registrati numeri importanti , nuova siri secondo i dati federalbergatori oltre 250 mila presenze e poco meno a Scanzano Jonico , Policoro fanalino di coda con meno di 90 mila visitatore , altro che Boom il fallimento della programmazione vecchia per contenuti e ripetitiva.